FINALMENTE LIBERO !!!!!

«Che senso c’è

a monetizzare

la propria musica

se qui può girare

ed essere eseguita

molto più diffusamente?!...»

https://www.ilsaxofonoitaliano.it/opere/concert-for-alto-sax-and-strings/

 

 

Vo.f Pf SI Perc V - 2022 - 3’10”

Dettagli opera

Pezzo contenuto in Luce della follia…Trama invisibile…Eros imperturbabile (Composizione modulare in 19 parti) che nasce da una riorganizzazione di pezzi formalmente indipendenti.

È stato registrato su CD da Manuela Galizia _ lead vocals, Giuseppe Giuliano __ piano, Daniel Kientzy _ sopranino sax _ soprano sax, Pietro Pompei _ percussion, Enzo Porta _ violin.


Commento autore

 


Commento all'opera

«…..

…pur essendoci parti con possibilità aleatorie, raccolte in scelte grafiche o pentagrammi, esse sono piccole tendenze compositive che rientrano in una più forte valenza dell’istinto sinergico del momento, quei meccanismi che lasciano piena libertà d’azione ai musicisti, sui quali Giuliano non fa altro che acclarare una pratica strumentale che gli è congeniale, nelle sue parole “…una regia interpretativa appresa da pratiche cinematografiche e da esecuzioni free jazz...”. Dalla grammatica del cinema Giuliano ha estrapolato quella capacità inventiva che alcuni registi hanno posto al servizio dell’azione degli attori, strutture immaginate nella testa e poi implementate nelle prove: in assenza di un copione, registi come Fellini o Fassbinder si sostituivano agli attori dispensando istruzioni fondate su una mimesi dell’approccio, con gestualità facciali e del movimento del corpo, con suggerimenti semantici scansionati sui ritmi delle battute o guidati dall’intonazione della voce e dei suoi parametri sonori; sul jazz, invece, si può affermare che Giuliano ha assimilato la lezione di Free Jazz di Ornette Coleman, un album del 1961 con la previsione di due quartetti e di una forma di lunga sessione di lavoro che preconizzava un tipo di intervento cumulativo dei musicisti, dove ciascuno di essi doveva inserirsi obbligatoriamente nelle strutture musicali ma poteva farlo con assoluta libertà sull’indicazione dei tempi e del tipo di linea melodica seguita. Sono “dissonanze” che sortiscono il loro effetto grazie alla comprensione e all’esperienza ripetuta, metodi che presuppongono un affiatamento dei musicisti ed un’integrazione di impulsi, segni, letture prismatiche, il motivo per cui Giuliano da molto tempo suona con colleghi selezionati e in piena sintonia di scopo (una passerella di eccellenze che comprende Artaud, Kientzy, De Saram, Galizia, Schiaffini, Lapio, Miyata, Pompei, Scalas, Porta, etc.).
Una scia della formazione da artista visuale si riscontra anche nel lavoro di affinamento dei brani, che consiste in un rivestimento o montaggio dei suoni oppure in un trattamento della vocalità della Galizia (sovraincisa o modificata leggermente con i dispositivi elettronici oppure talvolta erosa o in confusione fonetica), elementi che favoriscono l’idea di arrotondamenti necessari all’espressione, frutto di un’esigenza di omogeneizzazione dell’intero discorso musicale.

….» Estratto della presentazione di Ettore Garzia contenuta nel CD Luce della follia...Trama invisibile...Eros imperturbabile - Setola di Maiale - 2023.


Registrazioni

[Giuseppe Giuliano • Luce della follia...Trama invisibile...Eros imperturbabile • Interpreti vari + Daniel Kientzy/Sx • Setola di Maiale 2023]


Riparatori della zona:

Nella tua zona non abbiamo trovato un riparatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: Non siamo riusciti a stabilire la tua posizione dal tuo indirizzo

Per informazioni e contatti

Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy

 
Nella presente Enciclopedia, realizzata non a scopo di lucro, l'impianto iconografico é stato arricchito con alcune immagini per le quali l'autore non è riuscito a risalire agli eventuali aventi diritto. Pertanto, ove la pubblicazione a scopo culturale di dette immagini risulti violare i diritti di terze parti, ci rendiamo disponibili alla loro immediata rimozione dal sito.