autore

Solbiati Alessandro


Note biografiche

Si è diplomato presso il Conservatorio di Milano in pianoforte (con Eli Perrotta) e in composizione (con Sandro Gorli), dopo aver frequentato per due anni la Facoltà di Fisica. Contemporaneamente, ha studiato per quattro anni (1977-80) con Franco Donatoni all'Accademia Chigiana di Siena.
Ha vinto, nei primi anni '80 vari concorsi internazionali e nazionali, il Concorso Internazionale di Torino nel 1980 (con il Quartetto d'archi) e il RAI-Paganini di Roma nel 1982 (con Di luce per violino e orchestra), ecc..
La sua musica è regolarmente eseguita nei più impotanti Festival europei, radiotrasmessa ed incisa. Ha ricevuto commissioni dal Teatro alla Scala, dalla RAI, dal Ministero della Cultura francese, da Radio France, dall'Università di Parigi, dal Mozarteum di Salisburgo, dal South Bank di Londra, dalla Fondazione Gulbenkian di Lisbona, dalla Biennale di Venezia, dal Festival Milano Musica, dal Teatro Comunale di Bologna, dalla Basilica di San Petronio per il VII Centenario della fondazione, dall'Orchestra Sinfonica "G. Verdi" di Milano,ecc.ecc..
Suoi lavori sono stati eseguiti nei più importanti e prestigiosi festival Italiani ed europei e sono stati registrati e trasmessi da molte radio europee ed americane.
Molti suoi lavori sono incisi su dischi monografici e raccolte per la Adda, CGD, Edipan, Ermitage, Stradivarius, Bis Records dai più rinomati interpreti, ensemble ed orchestre (Ensemble Alternance di Parigi, Ensemble Orchestral Contemporain de Lyon, Divertimento Ensemble di Milano, Orchestra Sinfonica della RAI, ecc.). Per la RAI ha prodotto "radiofilm" basati su racconti di Paola Capriolo, Frammenti da "Il gigante" (1994) e “La colomba azzurra” (1996), “Con i miei mille occhi” (1997), ispirato all'omonimo racconto (Bompiani, libro con CD allegato), ecc.
Nel 2009 è stata messa in scena al Teatro Verdi di Trieste la sua prima opera, "Il carro e i canti" dalla tragedia breve di Pusk?n "Il festino in tempo di peste". Nel 2011 viene eseguita con la direzione di Gianandrea Noseda la sua seconda opera, "Leggenda", dalla dostoevskijana ‘Leggenda del Grande Inquisitore’, commissione del Teatro Regio di Torino. Una terza, "Il suono giallo" da Kandinskij, andata in scena al Teatro Comunale di Bologna nel 2015 , sotto la direzione di Marco Angius ha conseguito nell'aprile 2016 il Premio Abbiati della Critica musicale italiana come miglior prima esecuzione italiana del 2015.
Pubblica per la Casa Editrice Suvini Zerboni - Sugarmusic SpA di Milano.
Nel 2002 pubblica per il Teatro Comunale di Monfalcone un Quaderno di Cultura Contemporanea intitolato "Ah, lei fa il compositore? E che genere di musica scrive?", quattro saggi di riflessioni sul comporre, di analisi e illustrazione delle proprie tecniche compositive.
Ha insegnato al Centre Acanthes di Avignone nell'estate del 1996 e di Metz nel 2005; ha tenuto masterclass presso i Conservatori Superiori di Parigi (1997 e 2001), di Lione (2003), di Città del Messico (2002), e Sermoneta, Centre Acanthes, Orpheus Academy di Vienna, Lyon, Tours, Mexico City, Sydney etc.. Dal 1995 è docente di Fuga e Composizione presso il Conservatorio "G. Verdi" di Milano, dopo aver insegnato al Conservatorio di Bologna dal 1982 al 1994, anno nel quale ha iniziato una collaborazione con la Sezione Musica Contemporanea dell'Accademia Internazionale della Musica (Fondazione Scuole Civiche di Milano).


Altre note

Le tecniche del comporre - Alessandro Solbiati 09.05.2017
https://www.youtube.com/watch?v=i1gYCbk7XbI


Diventa sponsor

Opere

Am Fuß des Gebirgs II S/B Fg Pf - 1998

Dawn II Q - 1992

Élan S/T Pf - 2017

Mi lirica sombra B & Ens - 2015

Vox A El - 2004


 
Diventa sponsor
 

Riparatore di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un ripratatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 35.168.62.171 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Saxit - Associazione Culturale

Via G. Marconi 51/c - 73020 Cavallino
Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy