autore

Deiana Michele


Note biografiche

   È un compositore italiano (Cagliari 1992) che vive e lavora a Venezia. Nasce in un ambiente familiare molto legato all’arte in generale, da cui apprende le prime nozioni musicali. Contemporaneamente al conseguimento della maturità artistica inizia lo studio della chitarra classica presso il Conservatorio di Cagliari con Enea Leone, seguendo contemporaneamente presso lo stesso conservatorio, le prime lezioni di composizione, armonia, contrappunto e improvvisazione di gruppo con Fabrizio Casti e Carlo Franceschi de Marchi. Nell’anno accademico 2014/15 si trasferisce presso il Conservatorio di Venezia per continuare i suoi studi di composizione e musica elettronica con i Corrado Pasquotti (composizione) e Marco Gemmani (contrappunto), Roberto Neri, Massimo Marchi e Paolo Zavagna (elettronica). Consegue quindi il Diploma Accademico di primo livello in Composizione e nuove tecnologie sotto la guida di  Corrado Pasquotti e nel 2019, grazie ad una borsa di studio Erasmus+, si trasferisce a Birmingham per continuare i suoi studi in Composizione presso il Royal Birmingham Conservatoire sotto la guida di Michael Wolters.

   Nel 2021 è uno dei dodici compositori selezionati presso la prestigiosa Composer Academy del Cheltenham Music Festival in Regno Unito; in questa occasione compone A new center, brano per coro a cappella che tratta il tema dell’isolamento, con testi basati sul libro Il diario dell’anno della peste, di Daniel Defoe. Nello stesso anno è stato selezionato come compositore in residenza per il bando Prospettive Sonore, con il supporto di SIAE e MiBACT, e sotto la guida di compositori come Alvin Curran, Giovanni Mancuso e David Monacchi.

   I suoi lavori sono stati eseguiti e trasmessi in festival, istituzioni e radio prestigiose[1] ed ha lavorato strettamente con ensembles tra Italia e Regno Unito, come Forma Libera Ensemble (IT), Perpetuo Saxophone Quartet (IT), Six Memos Ensemble (IT), Decibel Ensemble (UK), The Carice Singers (UK).

   È membro cofondatore dell’Associazione Culturale VER-V. (Venice Electroacoustic Rendez-Vous), nato tra le mura del Conservatorio “Benedetto Marcello" di Venezia, grazie alla confluenza di compositori, musicisti ed artisti visivi interessati ad esplorare nuove modalità di ricerca e produzione artistica nell’isola di Venezia – con particolare riferimento all’ambito sonoro/performativo – attraverso una piattaforma operativa indipendente.

Fotografia di Julia Frances


[1] RaiRadio3 (IT), La Biennale di Venezia (IT), Pinault Foundation (IT), MUTEK San Francisco (USA), Moving Body Festival (BG), Montréal International Festival of Films on Art (CA), ThinkThank® Birmingham Science Museum (UK), Los Angeles Lift-Off Festival (USA), Screen.Dance Festival (UK), Cheltenham Music Festival e altri.

 

 


Altre note

Il suo approccio alla composizione è interdisciplinare e musicalmente ampiamente influenzato, rompendo i confini dei generi.

Concependo la composizione come un’attività multidisciplinare, i suoi lavori risultano spesso in ibridi compositivi in cui convergono musica, cinema e teatro.


Diventa sponsor

Opere

Hwyl Q Mar - 2021

Hwyl Q - 2021

Isolas Attore/ice Coro Ens+ A El - 2018

Oasis Q - 2021

Rota Voci Va S Ens Coro Attore/ice - 2019

Sonder Ens+ A - 2020


 
Il primo concorso del Saxofono Classico
Diventa sponsor
 

Riparatori di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un riparatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 3.235.65.220 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Per informazioni e contatti

Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy

 
Nella presente Enciclopedia, realizzata non a scopo di lucro, l'impianto iconografico é stato arricchito con alcune immagini per le quali l'autore non è riuscito a risalire agli eventuali aventi diritto. Pertanto, ove la pubblicazione a scopo culturale di dette immagini risulti violare i diritti di terze parti, ci rendiamo disponibili alla loro immediata rimozione dal sito.