di Ferro, Luigi

Resta di darmi noia

Voce Fl S Ar Vc Cimb - 1994 - 2'

Dettagli opera

Il brano, eseguibile in forma solo strumentale o con l'apporto vocale, è ispirato al IV madrigale dal VI Libro dei Madrigali di Carlo Gesualdo da Venosa (1560 ca. - 1613), da cui il testo è tratto:

Resta di darmi noia,
Pensier crudo e fallace,
Ch'esser non può già mai quel che a te piace!
Morta è per me la gioia,
Onde sperar non lice
D'esser mai più felice.


Registrazioni

[CD - I piedi di Loto - L.Ferro (Vo, Cimb), G. Di Gioia (Fl), F.Sammarco (S), Grassi (Ar), G.Lepore (Vc) - Liila 001, 1994]


Diventa sponsor

Partitura

Resta di darmi noia

 

Parti

Resta di darmi noia

 

 
 
Diventa sponsor
 

Riparatori della zona:

Nella tua zona non abbiamo trovato un riparatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 3.237.29.69 - dal tuo indirizzo internet

Per informazioni e contatti

Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy

 
Nella presente Enciclopedia, realizzata non a scopo di lucro, l'impianto iconografico é stato arricchito con alcune immagini per le quali l'autore non è riuscito a risalire agli eventuali aventi diritto. Pertanto, ove la pubblicazione a scopo culturale di dette immagini risulti violare i diritti di terze parti, ci rendiamo disponibili alla loro immediata rimozione dal sito.