di Schittino Joe

Nuit de rêves lointains JS 216

A Ar & O.a - 2012/14 - BAM Beyond Any Music Srl

Dettagli opera

Schittino Joe


Concerto doppio per saxofono contralto, arpa, orchestra d’archi oppure nella versione per sax baritono, arpa, archi.
«Un breve notturno di sapore impressionistico.»

Psmith in the City JS 157 (A & Sx.ens • 2011) Ebert
Psmith in the City, fantasy after sir P. G. Wodehouse, per saxofono contralto solista, doppio quartetto di saxofoni e saxofono basso commissionato dal Carboneria Sax Ensemble.
«Brano ispirato liberamente al romanzo Psmith in the City (1910) di sir Pelham Greenville Wodehouse (1881-1975), uno dei massimi umoristi inglesi del XX secolo: Psmith è un elegante, eccentrico e pasticcione tuttofare le cui vicende si intrecciano spesso a quelle di altri personaggi dei cicli di Wodehouse (zio Fred e Jeeves); la musica segue, ironica e scanzonata, alcune delle scene del romanzo in cui Psmith interagisce con la buona società inglese impegnata in partite di cricket, il lavoro in banca e la vita dei club esclusivi, sempre combinando guai.» Fabio Carrubba


Diventa sponsor
Diventa sponsor
 

Riparatore di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un ripratatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 34.201.9.19 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Saxit - Associazione Culturale

Via G. Marconi 51/c - 73020 Cavallino
Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy