autore

Zegna Riccardo


Note biografiche

   Nato a Torino nel 1946 da una famiglia di musicisti, il cui padre negli anni ‘50 si esibiva con una sua band suonando le percussioni, comincia a suonare la batteria a cinque anni. A tredici anni inizia lo studio del pianoforte classico e si diploma al Conservatorio di N. Paganini di Genova a pieni voti nel 1970. Contemporaneamente frequenta in quegli anni la facoltà di architettura di Torino e Milano che poi abbandona nel 1973 per dedicarsi totalmente alla musica.

   Nel 1978 conclude la breve attività come solista di musica classica e si dedica totalmente al jazz, dapprima come free-lance e in seguito come conduttore di gruppi e formazioni diverse. Inizia diverse collaborazioni con i più importanti musicisti jazz italiani al Club storico Capolinea di Milano. Ben presto avrà le sue prime ed importanti collaborazioni con jazzisti internazionali storici tra cui Buddy Tate, Harry “Sweet” Edison, Eddie “Lockjaw” Davis e successivamente Lee Konitz, Bob Berg, George Coleman, Joe Chambers, Kenny Wheeler, David Liebman, James Moody, Paul Jeffrey ed altri ancora.

   Nei primi anni ‘ 80 collabora con altri famosi jazzisti americani tra cui Pepper Adams, Bob Berg, Lee Kontz, George Coleman, Kay Winding ed altri.

   Ha partecipato a numerosi festival in Italia e all’estero: Grand Parade du Jazz di Nizza 1983 e 1985, Festival Jazz di Sanremo (1982 e 1985), Umbria Jazz (diverse edizioni dal 1983 al 2005). Negli anni ’80 ha inoltre effettuato delle brevi tourneé in Russia, negli Stati Uniti (tra il 1999 e il 2001 collabora con Paul Jeffrey alla Duke University di Durham e si esibisce al Savoy Club di New York), e si è esibito a Vienna per la O.R.F. austriaca in diretta dal vivo nell’aprile del 2001 in duo con il sassofonista tedesco Klaus Gesing.

   Nel 1990 collabora come arrangiatore con i solisti Kenny Wheeler e Dave Liebman. In seguito con Pietro Tonolo e Joe Chambers realizza i dischi “Alliance“. Negli anni successivi intensifica la sperimentazione e ricerca sulle proprie composizioni esibendosi sempre più in piano solo realizzando poi nel 1996 “Andalsusa“ in cui cerca la funzione tra il linguaggio e la tematica jazz di tradizione con una parte di letteratura pianistica del primo 900’. Nel 1997 realizza il disco “Green Dolphin Street” dal vivo ai Seminari Senesi, successivamente altri progetti di Pietro Tonolo “Simbiosi” e “Disguise” e “Alliance” con l’aggiunta di Joe Chambers. Nel 2000 con un ensemble misto: trio jazz più un ridotto organico strumentale da camera realizza il disco “Piccolo Valzer”, poco dopo un progetto più minimalista quale “Barcarola” con il pianista e fisarmonicista Gil Goldstein, di più recente pubblicazione “Oltre Mare” di Pietro Tonolo con il leggendario Paul Motion. Nel 2001: Piccolo Valzer (con la partecipazione di Gabriele Mirabassi e di Pietro Tonolo). Nel 2004 partecipa al Southport International Jazz Festival in Inghilterra e Lussemburgo con Andy Shepperd e realizza nel 2006 il disco “Carillon”. Rlizza anche i CD “Monk-A-Ning“ omaggio a Thelonious Monk e “ Five and Six “ con B.Hart e G.Evangelista.

   Dall’1972 al 2003 insegna al liceo artistico di Savona. Dagli anni ’80, parallelamente alla carriera concertistica, ha inizato un importante attività didattica, dapprima presso la Scuola Civica di Torino, e dal 1983 al 2008 come docente di pianoforte jazz e musica d’insieme in occasione dei seminari internazionali di “Siena Jazz”. Dal 2003 al 2013 insegna “Piano Jazz “ al Conservatorio Statale Ghedini di Cuneo.

   Attualmente si è dedicato completamente alla composizione.


Diventa sponsor

Opere

Maldito Duende S B Pf - 2021

Pastiche S A Pf - 2021


 
Il primo concorso del Saxofono Classico
Diventa sponsor
 

Riparatori di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un riparatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 3.230.142.168 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Per informazioni e contatti

Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy

 
Nella presente Enciclopedia, realizzata non a scopo di lucro, l'impianto iconografico é stato arricchito con alcune immagini per le quali l'autore non è riuscito a risalire agli eventuali aventi diritto. Pertanto, ove la pubblicazione a scopo culturale di dette immagini risulti violare i diritti di terze parti, ci rendiamo disponibili alla loro immediata rimozione dal sito.