autore

Zecchi Adone


Note biografiche

Compositore, Direttore di Coro e d'Orchestra, si diplomò in Violino e Composizione con Franco Alfano e Cesare Nordio presso il Liceo Musicale (l’attuale Conservatorio) di Bologna.
Maestro collaboratore di Pietro Mascagni, ha svolto con successo attività di Direttore d'orchestra sia lirico (Barbiere di Siviglia, Werther, Tosca) sia sinfonico. Dal 1926 sino agli anni '50 è stato direttore della corale "Euridice"; nel 1930 ha dato vita all'Orchestra Bolognese da Camera, dedita al repertorio più selezionato del sinfonismo classico moderno, iniziando nel contempo una brillante attività di compositore e di critico.
Servitosi nella composizione di forme sempre ben definite ha spaziato dalla raffinata scrittura contrappuntistica fino alla dodecafonia. È, inoltre, autore di interessanti saggi storici e didattici.
Nel dopoguerra ha fondato e diretto il Gruppo Madrigalistico Femminile "G. B. Martini", successivamente è stato direttore della "Tavolata Polifonica Bolognese", da lui fondata.
La sua produzione ha toccato vari campi: quello della musica orchestrale, da camera e corale, fino ai commenti musicali radiofonici e televisivi, affiancando all'attività compositiva scritti e opere di carattere culturale e didattico (il suo celebre saggio intitolato “Il Direttore di coro” è tutt'oggi un punto di riferimento per i maestri di coro).
Segretario nazionale della SIMC (Società Italiana musica contemporanea) dal 1956 al 1959, si è sempre battuto per l'introduzione dell'Educazione Musicale nella scuola dell'obbligo e, sensibile all’incremento della formazione di varie società corali sul territorio nazionale, ha ricoperto la carica di Presidente del Gruppo Nazionale Insegnanti di Educazione Musicale e delle Società Corali Italiane (USCI). È stato Presidente o Membro di varie giurie di concorsi nazionali ed internazionali di pianoforte, di Canto Corale, e di Canto Lirico.
È stato docente di Musica Corale e Direzione di Coro, e poi di Fuga e Composizione presso il Conservatorio bolognese, di cui fu successivamente direttore nel decennio 1964-1974 (ricopriva tale incarico quando nel 1969, presso quel Conservatorio, fu istituita la 2^ cattedra istituzionalizzata in Italia di saxofono, cattedra che assegnata ad Eraclio Sallustio). In questo periodo non solo ha dato notevole impulso a nuove cattedre di insegnamenti non tradizionali, ma ha continuato a partecipare attivamente, con varie iniziative, alla vita culturale della sua città (musiche di scena, commenti musicali radiofonici e televisivi, composizioni per orchestra da camera e musica corale, pubblicazioni scientifiche e didattiche, concerti, ecc.).
Fra i vari riconoscimenti ottenuti in ambito nazionale e internazionale sono da ricordare particolarmente l'elezione a membro della “Royal Academy of Music”, la medaglia d'oro quale benemerito della Scuola, della Cultura e dell'Arte conferitagli dal Presidente della Repubblica nel 1963 e l'Honorable Mention California Arpist Association (per il Divertimento per flauto, arpa e archi).


Diventa sponsor

Opere

Recitativi ed arie A Pf - 1983


 
Diventa sponsor
 

Riparatore di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un ripratatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 18.207.106.142 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Saxit - Associazione Culturale

Via G. Marconi 51/c - 73020 Cavallino
Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy