autore

Panariello Claudio


Note biografiche

Ha studiato Composizione con G. Panariello e Pianoforte con E. Massa. Successivamente alla laurea in Fisica conseguita all’Università di Pisa con una tesi di Fisica Musicale, studia Musica Elettronica al Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli con A. Di Scipio e E. Martusciello (Laurea di I Livello) e al Conservatorio “S. Cecilia” di Roma con M. Lupone e N. Bernardini (Laurea di II Livello). Ha seguito masterclass e corsi con, tra gli altri, F. Filidei, M. Lanza, R. Cendo, O. Bianchi, C. Czernowin, S. Steen-Andersen, Y. Maresz, S. Movio. Dal 2018 è Dottorando in Sound and Music Computing al KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma.

Suoi lavori sono stati premiati in concorsi nazionali e internazionali (nel 2017 vince il “Concorso di Composizione AFAM” del Divertimento Ensemble per giovani compositori iscritti alle Istituzioni AFAM, Premio Peter Maxwell Davies, Concorso per clavicembalo Wanda Landowska, Concorso Antonio Smareglia, Concorso 100Cellos) e sono eseguiti da interpreti quali il Divertimento Ensemble, Morphosis Ensemble, Ensemble Dissonanzen, Ensemble SuonoGiallo, mdi ensemble, Neue Vocalsolisten Stuttgart, Ensemble Mise-En, Ensemble United Instruments of Lucilin, Morphosis Ensemble, G. Arbonelli, M. Lomuto, C. Rosé, A. D'Aronzo, ed eseguiti in festival come “Mise-En Music Festival” (New York), “Rondò” e “Sound of Wander” (Milano), “Risuonanze - Incontri di nuove musiche” (Udine),  "Festival 5 Giornate" a Milano…
Come musicista elettronico si è esibito in numerose occasioni sia in formazione con l’Ensemble Officina Arti Soniche (ElectronicaFest, OLE Festival, Galleria Toledo, etc.) che in Solo (Museo PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, ElectronicaFest) lavorando su improvvisazione radicale o esecuzione delle sue composizioni elettroacustiche. Ha anche lavorato nel campo delle installazioni sonore con Fewy, esposta nella Sala Sol LeWitt del Museo Madre (NA) durante il progetto Electromadre, e Studio in tre fasi, installazione site-specific al Goethe Institut di Roma durante il festival ArteScienza 2017.

Ha pubblicato con le case editrici musicali “Casa Editrice Sonzogno” e “Forton Music”.


Altre note

Circa la mia richiesta se fosse vera l'informazione reperita circa il suo studio del saxofono, per me significativa di una pratica consapevolezza tecnica nello scrivere per noi risponde: 

«Per quanto riguarda il mio aver studiato con Salime, è cosa vera, avvenuta privatamente molti anni fa, e per un paio d'anni. Progressivamente ho omesso questa informazione dalla mia bio perché non l'ho ritenuta "compatibile" o "comparabile" (in termini di anni e approfondimento da esecutore) con lo studio che invece ho fatto di Composizione o Musica Elettronica.

La conoscenza dello strumento è naturalmente fondamentale, e ancor più fondamentale per me è confrontarsi e imparare da saxofonisti che suonano abitualmente contemporanea: per citarne alcuni, Michele Bianchini (Ensemble Suono Giallo), il saxofonista dell'Ensemble Schallfeld o dell'Ensemble Nikel (ensemble per il quale, per inciso, scriverò un nuovo pezzo per l'anno prossimo).» (20/07/2019)


Diventa sponsor

Opere

1968 Praga Primavera Ens+ Sx El - 2018

Piccolo inventario degli insetti Fl.bs T/B Pf Perc El - 2017


 
Diventa sponsor
 

Riparatore di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un ripratatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 3.235.137.159 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Saxit - Associazione Culturale

Via G. Marconi 51/c - 73020 Cavallino
Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy