autore

Melchiorre Alessandro


Note biografiche

Si è laureato in Architettura al Politecnico di Mialano e compiendo parallelamente gli studi di composizione presso il Conservatorio (diploma alla Hochschule di Freiburg im Br. con Brian Ferneyhough e Klaus Huber nel 1986). Frequentazione anche il DAMS di Bologna dove si laurea con Luigi Rognoni.
Ricca la sua produzione saggistica, che comprende scritti su Schumann, Schönberg e l'Espressionismo, Grisey, Xenakis. Ha partecipato ai Ferienkurse di Darmstadt nel 1982 e nel 1984 e dal 1986 in qualità di compositore ospite (in quest'ultima occasione è stato insignito del prestigioso premio Kranichstein).
La sua musica cameristica, orchestrale e con elettronica è stata eseguita dai maggiori interpreti (Pierre Yves Artaud, Aldo Bennici, Maurizio Ben Omar, Bruno Canino, Massimiliano Damerini, Thierry Miroglio, Anna Maria Morini, Enzo Porta, Stefano Scodanibbio, Arditti String Quartet, Logos Ensemble, Ensemble InterContemporain, Orchestra dell'Angelicum, Ensemble Icarus, Arturo Tamayo, Emilio Pomarico, Echo Ensemble, Divertimento Ensemble, Ensemble Nuove Sincronie, Ensemble Varèse, ecc.ecc.) nelle più importanti sedi e festival internazionali di musica contemporanea (ai Ferienkurse di Darmstadt, all'Autunno Musicale di Como, a Chigiana Novità di Siena, a Musica del Nostro Tempo di Milano, al Centre Pompidou di Parigi, all'Holland Festival di Amsterdam, al Festival Antidogma di Torino, a Città del Messico, al Festival Aspekte di Salisburgo, alla Rassegna di Nuova Musica di Macerata, alla Rassegna "Dialogo con Maderna", RAI di Milano, al Festival De Zaak Maderna di Rotterdam, al Festival Nuova Consonanza di Roma, al Beckett Theater di Melbourne, al Festival Ars Musica di Bruxelles, all'Auditorium du Chatelet di Parig). Ospite delle principali rassegne di musica contemporanea, annovera nel suo catalogo alcuni interessanti titoli operistici come Schwelle, basata sui Sonetti a Orfeo di Rilke; Atlante occidentale e Unreported inbound Palermo (su testi di Daniele Del Giudice, dapprima in forma oratoriale alla Biennale di Venezia del 1995, poi in forma scenica come coproduzione tra Teatro Comunale di Bologna e Pocket Opera Nürnberg, menzione speciale della giuria al Prix Italia del 1996.
Importante nella sua musica la presenza o l'ispirazione dell'elaborazione elettronica: in questo si vedono le frequentazioni dei Ferienkurse di Darmstadt (premio Kranichstein per A Wave) e dell'Ircam parigino (Le città invisibili, Ensemble Intercontemporain-IRCAM, David Robertson), solo per citare due tra le più significative.
Ha insegnato ai Ferienkurse di Darmstadt e al Centre de Formation Doctorale Musique et Musicologie du XX° siècle (DEA - Ecole Pratique des Hautes Etudes en Sciences Sociales e IRCAM ) e all'Acadèmie d'été dell'IRCAM, è stato coordinatore della Sezione Musica Contemporanea della Civica Scuola di Musica di Mialano e, dal novembre 2013, stato nominato direttore del Conservatorio di Milano.


Altre note

--«Suo scopo dichiarato è quello di unire nella scrittura musicale la penna e il computer, intesi dal musicista come due paradigmi, due modi di pensare la musica, diversi ma che è necessario, seppure difficile, integrare.»

 


Diventa sponsor

Opere

Lost and Found, Lines A/B & Ens - 2006


 
Diventa sponsor
 

Riparatore di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un ripratatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 3.235.62.151 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Saxit - Associazione Culturale

Via G. Marconi 51/c - 73020 Cavallino
Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy