autore

Luppi Fabio


Note biografiche

   Nasce a San Giovanni in Persiceto (Bologna) nel 1992. Nel 2013 si diploma brillantemente al Conservatorio G. B. Martin  i di Bologna in pianoforte (sotto la guida di Carlo Mazzoli), composizione (2015, con Michele Serra) e in Strumentazione per banda (2018, come privatista) specializzandosi con lode in musica da camera (2016, con Guido Felizzi), con lode e menzione d'onore in Composizione e direzione corale (2017 con Leonardo Lollini) e con lode in Clavicembalo (2019, con Silvia Rambaldi). Ha frequentato Masterclass di pianoforte con P. Mello, B. Ambrosini, J.S. Tekin e L. Howard (da cui è stato selezionato per il concerto finale); ha frequentato anche Masterclass di composizione con W. Henderickx, J. Van Landeghem, E. Calandin, T. Tulev, H. Mertens, P. Esposito e F. Creux; come direttore di coro e clavicembalista ha frequentato Masterclass di musica barocca con F. M. Bressan, L. F. Tagliavini, E. Gatti, D. Salvatore, P. Montoya e R. Gini.

   Ha vinto premi in Concorsi pianistici Nazionali e Internazionali (Magliano Sabina, Ortona, Massa, Carrara, Grosseto, Osimo, San Bartolomeo a Mare, Brescia, Padova, Cesenatico e Lamporecchio). È stato premiato anche in diversi concorsi di Composizione, come il premio "G. Metallo" (2012, con la prima esecuzione del suo brano interpretata da Lucrezia Lante della Rovere – voce recitante, Gabriele Betti – flauto e Carlo Alberto Neri - pianoforte), il Concorso di composizione "Rosolino Toscano” (2011), il Concorso di composizione corale“ Don V. Vitti ”(2013), nel 2014 ha ottenuto il II premio alla XIV edizione del Concorso di composizione della Comunità Evangelica Luterana di Napoli col brano "Dolore" per flauto solo, il “Premio Abbado” (2015 - con la composizione “Sinfonia aurea” per banda), il Concorso di composizione pianistica “Città di Albenga” (2014), le edizioni 2018-2019 e 2020 del premio “G. Alberghini” (sezione composizione per strumento solo e composizione per ensemble), il Concorso di composizione clavicembalistica W. Landowska (2019). Nel 2018 ha vinto il Premio Fondazione Zucchelli e gli è stata commissionata un'opera per orchestra ("Fantasia aumentata") eseguita il 22 novembre 2019 in Prima assoluta dall'Orchestra Senzaspine presso "Opificio Golinelli" di Bologna. Nel 2019 è stato insignito del “Premio Maldini” dal Conservatorio di Bologna per la sua attività di compositore e clavicembalista. Nel 2020 è stato selezionato tra i vincitori dell'Ensemble H. Call For Scores di Hiroshima (Giappone). Nello stesso anno un suo brano corale è stato selezionato per il concorso di composizione corale “Padre David Maria Turoldo” ("Lasciamo la notte alle spalle"), pubblicato nel 2021da Aldebaran Edizioni. Ha inoltre conseguito il terzo premio al "XVII concorso nazionale di Composizione per canti natalizi in vernacolo calabrese". È stato inoltre selezionato dal bando "CoVID-19 Project" e "20 seconds for 2020" organizzato da David Bohn (University of Wisconsin, USA).

   Le sue opere sono state pubblicate dagli editori ArsPublica, Ut Orpheus, Simon Verlag - Germania, Polistampa, ICOT Tokyo - Giappone), registrate su CD (Da Vinci Classics) e trasmesse da televisioni/radio pubbliche o web (Radio Cemat, Magazzini Sonori, Tele Capodistria e Shizuoka Daiichi TV). Nel 2011 ha scritto RESIstenza, brano per flauto e live electronics eseguito al Teatro Comunale di Bologna. Nel 2014 P. Bonaguri ha eseguito la prima mondiale del suo brano “Rondò delle quarte” per chitarra sola a Valencia. Questa composizione è stata pubblicata nel 2014 dalla casa editrice italiana "Ut Orpheus". Nel 2015 il quartetto Prometeo esegue il suo quartetto d’archi “Adynaton”. Nel 2016 ha partecipato al “Toy Piano Festival” di Tampa (Florida) come compositore/interprete e le sue “Golden Variation” sono state selezionate dall'Alabama Symphony Orchestra per una sessione di lettura. Nel 2017 è stato selezionato un suo brano, eseguito dal "Rosetta Contemporary Ensemble" di Kyoto e diffuso su piattaforme web (come iTunes e Spotify) da LPC Japan. Nel 2019, la flautista Debora Rosti ha registrato il brano "A DOtonbory ferry trip" per ottavino nel CD "Debora's Canary" (DaVinci Records – Osaka). La sua composizione "O magnum mysterium" è stata pubblicata a dicembre 2020 dalla Casa editrice "ICOT" (Tokyo, Giappone).

   Come direttore di coro ha tenuto concerti a Bologna, Cesena e Porretta Terme e ha partecipato alla Masterclass tenutasi dal Maestro Filippo Maria Bressan nel settembre 2016, dirigendo nel concerto finale il Mottetto BWV 226 di J. S. Bach per doppio coro e continuo. Nel 2017 ha diretto il coro “Ragazzi Cantori” durante la visita di Papa Francesco alla Cattedrale di Bologna. Dal 2017 collabora col coro “Gin no suzu” di Shimizu (Giappone, Pref. di Shizuoka) componendo e dirigendo ogni anno brani per la rassegna musicale del Centro musicale MarinArt, dove nel 2018 gli è stato dedicato un concerto monografico. Dal 2014 collabora con l'Orchestra Senzaspine in qualità di celestista, suonando al Teatro Manzoni (BO), Teatro Duse (BO), Teatro Consorziale di Budrio (BO) e al Teatro di Fiorano Modenese (MO). Dal 2013, accompagnando al pianoforte cantanti, ha debuttato in un concerto a Cento in onore di Giuseppe Borgatti, dove ha accompagnato i protagonisti de 'L'Olandese Volante' messa in scena dal Teatro comunale di Bologna. Sempre in qualità di pianista accompagnatore ha collaborato (e collabora tutt’ora) con diversi cori (I Cantori dell’Università Primo Levi, il Coro dell’Accademia del Belcanto di Cento - FE, il Coro Soli Deo Gloria di Bologna, la Corale Sant’Agostino di Sant’Agostino - FE e il Coro I.I.S.S. Archimede di San Giovanni in Persiceto).

   È insegnante a tempo indetermninato di pianoforte presso la scuole medie a indirizzo musicale della provincia di Bologna dal 2015.


Diventa sponsor

Opere

 
Il primo concorso del Saxofono Classico
Diventa sponsor
 

Riparatori di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un riparatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 18.204.56.97 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Per informazioni e contatti

Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy

 
Nella presente Enciclopedia, realizzata non a scopo di lucro, l'impianto iconografico é stato arricchito con alcune immagini per le quali l'autore non è riuscito a risalire agli eventuali aventi diritto. Pertanto, ove la pubblicazione a scopo culturale di dette immagini risulti violare i diritti di terze parti, ci rendiamo disponibili alla loro immediata rimozione dal sito.