autoredidatta

Donini Luca


Note biografiche

Incontra la musica suonando sin da bambino, appassionandosi a diversi strumenti musicali come il pianoforte, il clarinetto e successivamente il sassofono. Conobbe il jazz all'età di nove anni, tramite uno zio che gli fece ascoltare le grandi big band di Glenn Miller, Count Basie e Duke Ellington. In seguito iniziò gli studi classici e contemporaneamente gli studi jazz. Si è infatti diplomato con il massimo dei voti in sassofono presso il Conservatorio Musicale di Rovigo, clarinetto presso il Conservatorio Musicale di Verona e musica jazz presso il Conservatorio Musicale di Trento, partecipò successivamente a seminari con Michael Brecker e Joe Henderson perfezionandosi ulteriormente.

Dal 1984 svolge un' intensa attività concertistica e discografica in tutta Europa, collaborando con Giorgio Baiocco, Larry Nocella, G.Gazzani, Tullio De Piscopo, Franco D'Andrea, Paolo Fresu, Enrico Rava, Henry Threadgil, Florian Brambock, Garrison Fewell, Tony Scott, Giovanni Mazzarino. Dal 1989 dirige la “Future Orchestra Jazz Big Band”, oltre ad esserne l’arrangiatore e compositore dei brani eseguiti durante i concerti. È leader del “Luca Donini Quartet” e fa parte, inoltre, del gruppo "Slanting ". Ha collaborato inoltre con la ballerina spagnola Hosè MariaLeon, il coreografo americano Merce Cunningham, la coreografa americana Teri J. Weikel, Andrè De La Roche, i cantanti Vincent Palmer, Rhonda Moore, Cheryl Porter, Goran Kuzminac, Freak-Antoni (Skiantos), Leandro Barsotti, Marco Columbro, Alessandro Haber.

 Per la musica colta e contemporanea ha collaborato con il “ Teatro La Fenice “ di Venezia, con il “Teatro Giuseppe Verdi” di Trieste, con l’Orchestra del “Festival di Musica Contemporanea” di Trento e con la “Compagnia della Rancia” di Roma per la realizzazione di “Cantando sotto la pioggia” (regista Saverio Marconi, interpreti Raffaele Paganini, Edi Angelillo ecc.) e con altri Teatri e Orchestre italiani.

 Segnalato tra i migliori nuovi talenti nel referendum "Top Jazz 2001" indetto dalla rivista MUSICA JAZZ, come freelance e come leader di formazioni proprie svolge tournée in varie parti del mondo, comparendo in alcuni dei più importanti festivals jazz italiani ed esteri, Ha inoltre partecipato più volte al Festival del Cinema di Venezia (2005, 2006, 2008). Dal 2004 al 2010 ha tenuto con il Luca Donini Quartet tre importanti tournée in Germania suonando nei Festival di Berlino, Dresda, Lipsia, Altemburg, Jena. Nel 2008 il Luca Donini Quartet, unico gruppo italiano, tiene una serie di concerti negli Stati Uniti nei più importanti Festival Jazz dell’Iowa (USA ).

 Recensioni e interviste a Luca Donini sono apparse su Cadence (USA), Jazz Podium (D) Basi Media Magazine, Jam, Paperlate, Alta Fedeltà Digitale, Musica e Scuola, Suono, Famiglia Cristiana, New Age, Il Sole24Ore, Musica Jazz, Io Page (Olanda), Jazz It, Jazz Magazine. Ha inoltre registrato interviste e concerti per Radio RAI, Rai International e per le emittenti televisive RAI 3, RAI 1 e SKY Tv.

 È autore delle colonne sonore (film, video, documentari):

“Saporbio” musica di Luca Donini testo Giuseppe Fulcheri Edizioni Curci Milano 2007 -commissionato, interpretato e cantato da Marco Columbro per emittenti televisive Rai, Mediaset;

 “A Bar Life”, serial televisivo a puntate, produzione VideoMEDIA film 2006;

 "Veneto Journey Jazz" documentario jazz di Michele Schiavon per riscoprire il Genere e le ispirazioni più autorevoli della regione, Prodotto da Harvey Film anno 2006 (intervista a Luca Donini e registrazione live);

 “Un amore di donna” film di Nelo Risi (Produzione Italia 1988).

 L’attività didattica è molto intensa; tiene, infatti, seminari e clinics in Italia e all’estero. Dal 1999 è docente di ruolo nei Conservatori Musicali di Stato. Ha insegnato saxofono nei Conservatori di Como, Cosenza, Matera, Vicenza, Vibo Valentia, Trento, Verona, Padova e Bari. Dal 2007/8 è titolare di cattedra di sassofono e docente dipartimento musica jazz presso il Conservatorio Musicale Statale "A.Buzzolla" di Adria (Ro).


Altre note

È considerato dalla critica un artista di prestigio in Italia e all'estero, un musicista dalla forte originalità e dalla multiforme peculiarità artistica.

I grandi sassofonisti del passato (Sonny Rollins e John Coltrane) lo ispirarono subito, influenzandone la formazione artistica. È stato influenzato anche dalla tradizione popolare ("le musiche del mondo"), dalla musica classica e contemporanea di Johann Sebastian Bach, Igor Stravinskij, György Ligeti e John Cage, dalla musica classica-contemporanea e dalle arti figurative in genere - cerca in seguito di maturare uno stile che sintetizzi gli stimoli e gli insegnamenti degli esponenti più rilevanti del suo strumento.

La sua evoluzione musicale è certamente legata alla grande tradizione bop e alla storia afro-americana, ma anche al gusto spregiudicato e onnivoro della sperimentazione e del gioco. Tuttavia egli ha sempre cercato, come compositore e come improvvisatore, di assimilare al suo linguaggio quegli elementi derivati dalle esperienze fatte in altri contesti culturali: dal teatro alla danza, al cinema, alla poesia, alle arti figurative. Da anni si dedica inoltre alla ricerca di nuove possibilità espressive del saxofono da utilizzare nella musica contemporanea ed elettro-acustica collaborando a fianco di compositori e tenendo seminari.


Registrazioni

Per tutte le registrazioni vedi http://www.lucadonini.it/discografia.html;

Registrazioni di stampo jazzistico;

[Luca Donini, "Stargate to Angels", 2014, Ldsr 010105];

[Luca Donini 4et, "Live in USA", 2008, Csr 012001];

[Luca Donini Quartet, "Songs", 2007, Csr 011007];

[Luca Donini Quartet, "Sun" Pipe Jazz Project, 2006, Css 07/06];

[New Age di Gennaio 2004 - intervista a Luca Donini e Cd allegato alla rivista];

[Jazz Magazine Vol.14 Gennaio 2004 - intervista a Luca Donini e Cd in allegato];

[Luca Donini Quartet, “Meteors”, 2004, Splasc(h) Records CDH 932.2];

[Luca Donini Quartet, “LIVE”, 2003, Css.0203];

[New Age di Giugno 2002 - intervista a Luca Donini e Cd allegato alla rivista];

[Luca Donini Quartet, “Angel”, 2002, Splasc(h) Records CDH 778.2.];

[Luca Donini And Future Orchestra, “Piramidi”, 2001, Splasc(h) Records CDH 751.2];

[Luca Donini Quartet, “Alaya”, 1998, Splasc(h) Records, CDH 698.2];

[Luca Donini And Future Orchestra, “Big Bossa”, Rcfo1993];

Collaborazioni come ospite o co-leader;

[CD/LP • The day after the night before • Paolo Baltaro • Banksville Record • 2017];

[CD • Binario 21 • Remo Vinciguerra Trio feat. Luca Donini • AzzurramusicDZ • 2016];

[CD • Lorenzo Masotto "Rule and Case" • Preserved Sound • 2016];

[CD • Anna Fermi • cd allegato al libro "I doni degli angeli" • Armenia • 2016];

[CD • Human Nature • Mississippi Underground - guest Luca Donini • 2016];

[CD • 100% Frank "Frank Sinatra" • rivista Musica Jazz num.781 di dicembre 2015]

[Vincent Maredomini "Tutto Sembra", 2015, Csr 010215VM01];

[Boris Savoldelli / Garrison Fewell "Electric Bat Conspiracy", 2014, CNM02];4

[Gemma Braggio Luca Donini "i tre suoni dell'universo",2014,Ldsr];

[Lelio Swing " Lelio Luttazzi" cd allegato al num. di dicembre 2014 della rivista Musica Jazz];

[La Nuova Creazione "Harleking",2014, Ma.ra.cash];

[Andrea Lama "La musica cammina con me", 2014, Azzurramusic];

[Karin Mensah "Orizzonti" feat.Luca Donini, 2013, EgeaMusic];

[Lucyan Wesolowski feat. Luca Donini "Orient-Jazz", 2012,SuryaSound];

[Laungerie "Loungerie" Special guest Luca Donini, 2012 Azzurra Music];

[Renzo Favaron "Ieri Cofà Ancuò", 2012, L.V.F.Milano];

[Maredomini "Il linguaggio del Sognare", 2011, Csr];

[Revolution Girl, M.Facchini, 2011, LD SoundRecord];

[Ivan Cattaneo " 80 - E- Basta ! ", 2010, Azzurramusic];

[Irene Frezzato, "Jazzando Viaggiando", 2010, Cs];

[Concerto in Bronzo 3, Sbibu plays the sculpture of Gino Bogoni,2010];

[F.D.Musica Europe, 2009, FDM 21];

[Vocal Group  “"Non sei più solo"”, 2009, Emmeciesse  ];

[New Sounds Modì,  Music by Luca Donini  , 2009, LdArtRecords];

[Lounge Party, Lounge, 2009, Csr];

[Concerto in Bronzo, Sbibu plays the sculpture of Gino Bogoni,2008];

[Storie ed altre storie, Gilberto Lamacchi, 2008 OtherSound];

[La scuola è dei bambini, Andrea Lama, 2008, Azzurramusic];

[Marco Marzola jazz Trio, "Sushi Bar", 2008, Azzurramusic];

[The Groove Yard, 2008, TGY];

[NÖEL Pòlar, "La logica del vento", 2008, Csr];

[Ballroom, Jive, 2007, Azzurramusic];

 [The groove Yard, 45 Giri, 2007, Es P2007];

[Barsotti, canta e racconta Gainsbourg, "Il Jazz Nel Burrone", 2007, Edel];

[Jimmy Fontana, "Il Mondo", 2007, Azzurramusic];

[Mal, "Pop Christmas With Mal", 2006, Azzurramusic];

[Valentini Ivan, "Slanting", 2003, Splasc(h) Records];

[Charles Benvenuto, "De la France", 2003, Azzurramusic];

[Cristiano Carrè “"Gelato all’amarena"” - 1st Pop Records 2003];

[Nuovi Cedrini, "Ragaji Selvaji", 2003, Azzurramusic];

[Popezo blues band, 2003 Css];

[Avia, 2001, Intersound net Records];

[Marco Baxa, "l'impossibile", 1999, Css e VideoMedia];

[Sax Four Fun, 1997, Splasc(h) Records];

[Goran Kuzminac, "Strade", 1992, Muvicom/Ricordi]


Diventa sponsor

Opere

Fancy Mix A Pf - 2005

Phantom Sx - 2002


 
Diventa sponsor
 

Riparatore di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un ripratatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 34.200.236.68 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Saxit - Associazione Culturale

Via G. Marconi 51/c - 73020 Cavallino
Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy