autore

Damiani Pietro


Note biografiche

   Nato a Manerbio (BS) il 9 Ottobre 1933, ha iniziato gli studi musicali con lo zio in giovanissima età e dopo avere frequentato gli studi di Clarinetto presso l’Istituto  Musicale “Venturi” di Brescia, nel 1948 si iscrive al Conservatorio G. Verdi di Milano dove si diploma in Clarinetto  sotto la guida di Alamiro Giampieri, ottenendo il massimo dei voti con la lode nel 1953. A Roma frequenta il Conservatorio S. Cecilia diplomandosi in Composizione e Strumentazione per Banda, diplomandosi con il massimo dei voti sotto l’esperta guida  di Antonio Delia. Nel 1961 si è diplomato in Musica Corale e Direzione di Coro presso il Conservatorio G. Verdi di Milano sotto la guida di Amerigo Bortone.

   Dal 1953 al 1955 ha fatto parte, come primo clarinetto, dell’orchestra del Conservatorio di Milano e dell’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano. Dal 1955 al 1958, dopo avere vinto un concorso nazionale, ha fatto parte della Banda dell’Aeronautica Militare di Roma.

   Ritornato in Lombardia dopo avere concluso il servizio militare, dal 1958 al 1968 è stato docente di “Musica e Canto Corale” presso le scuole Medie e Magistrali di Sondrio, dirigendo contemporaneamente i complessi musicali bandistici di Sondrio, Morbegno e di Tirano in Valtellina. Nel 1968 sostiene a Roma gli esami di concorso a cattedre per gli Istituti Magistrali e gli viene assegnata la cattedra al "Gambara" di Brescia, incarico che disdice dopo avere vinto il concorso internazionale, per titoli e esami, per il posto di Direttore Artistico della Civica Filarmonica di Lugano, si è trasferito nella Città Svizzera  dove  è risieduto fino al 2004. Con la Filarmonica di Lugano ha partecipato e vinto Concorsi Federali e Internazionali ed ha realizzato numerose incisioni discografiche.

   È autore di numerose composizioni musicali di vario genere, ma la maggiore produzione è dedicata a composizioni bandistiche, molte delle quali sono edite dalla casa Editrice Bourne di New Jork, dalle Edizioni Moolenar e Musica Mundana Olandesi; e dalle case editrici Santa Barbara di Caserta e, dal 1994, è collaboratore costante dalle Edizioni Eufonia di Brescia.

   Nel 1977 ha fondato la Scuola Musicale di Lugano, dove ancora oggi vengono impartite lezioni di musica a circa 200 alunni in tutte le discipline contemplate nei Conservatori. Dal 1981 è membro permanente della “Giuria Internazionale di Composizione  per Banda” con sede a Chicago, nonché della fondazione “The John Philip Sousa” che promuove concorsi in tutto il mondo ed elargisce premi a personalità  che si sono distinte in campo mondiale allo sviluppo   e alla diffusione della musica originale per banda. Nel 1998, terminata dopo 30 anni di attività la sua collaborazione artistica con la Filarmonica di Lugano, poté dedicarsi con più tempo alla composizione e ad altre attività, sempre in ambito musicale. È  stato invitato, come esperto ,in diversi concorsi musicali e a tenere conferenze sempre in ambito musicale sia in Svizzera che  in Italia. Negli anni 2001 e 2002, la Televisione della Svizzera Italiana (RTSI) gli ha affidato una rubrica settimanale di 40 minuti, dal titolo “Quando Bionda Aurora”, dove sono stati presentati  complessi bandistici, corali, mandolinistici e folcloristici Svizzeri con i maestri direttori degli stessi. Nel  2007 è stato eletto Presidente della “SSPM “(Società Svizzera di Pedagogia Musicale, Sezione di lingua Italiana), carica che ancora detiene.


Diventa sponsor

Opere

6 Impromtu Sx - 2014

Bagatella A & Banda(O.f)


 
Il primo concorso del Saxofono Classico
Diventa sponsor
 

Riparatori di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un riparatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 3.235.65.220 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Per informazioni e contatti

Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy

 
Nella presente Enciclopedia, realizzata non a scopo di lucro, l'impianto iconografico é stato arricchito con alcune immagini per le quali l'autore non è riuscito a risalire agli eventuali aventi diritto. Pertanto, ove la pubblicazione a scopo culturale di dette immagini risulti violare i diritti di terze parti, ci rendiamo disponibili alla loro immediata rimozione dal sito.