autore

Dall'Albero Claudio


Note biografiche

  Compositore, Direttore di coro e Musicologo.

  Ha studiato con Carlo Cammarota (contrappunto, composizione e fuga), Erich Arndt (pianoforte e lettura della partitura), Giuliano Balestra (Chitarra Classica e Liuto) e Domenico Bartolucci (Musica Corale e Direzione di Coro, Musica Sacra, Composizione Polifonica Vocale), perfezionandosi in seguito con Edoardo Farina. Ha conseguito i Diplomi di Chitarra Classica presso il Conservatorio di Frosinone, di Musica Corale e Direzione di Coro e di Musica Sacra e Liturgica presso il Conservatorio "S. Cecilia" in Roma, di Composizione Polifonica Vocale presso il Conservatorio "G. Verdi" di Milano.

  Con il complesso vocale da lui fondato nel 1980 e diretto, I Cantori di S. Carlo, ha svolto un’intensa attività concertistica, effettuando numerose tournée in molte nazioni del mondo. Suoi brani sono stati eseguiti sia da "I Cantori di S. Carlo" durante alcune delle loro tournées (Italia, Europa, America Latina) che da altri complessi, in Italia e all'estero. Di assoluto riferimento in materia, il suo prestigio viene attestato nel 1985 quando ha avuto la nomina ufficiale di Maestro di Cappella della Basilica dei Ss. Ambrogio e Carlo al Corso in Roma (ripristinando l'antica istituzione nata nel sec. XVII e interrottasi nel 1870) fino ad arrivare al 2006 da quando è Maestro Emerito della Cappella Giulia in S. Pietro.

  Si è anche dedicato alla direzione di organici strumentali, prediligendo il repertorio rinascimentale e barocco. In particolare ha diretto l'orchestra "Camerata de' Musici" composta da copie di strumenti d'epoca. Ha inoltre fondato e diretto i Caeciliani cantores, ensemble nato all’interno del coro dell’Accademia di Santa Cecilia.

  Nel 2001 è stato nominato da Luciano Berio responsabile musicale, concertatore e direttore di un’orchestra di strumenti antichi in occasione di una serie di circa sessanta concerti nella rassegna "Colori della Musica" che si è svolta a Palazzo Barberini (Roma) e a Santa Maria della Scala (Siena).

  È stato anche consulente di Claudio Abbado per il repertorio madrigalistico italiano rinascimentale e ha insegnato nel master di Musica Antica istituito da Dinko Fabris all’Università di Potenza su idea dello stesso Abbado.

  Come compositore ha ricevuto commissioni da parte di eminenti Istituzioni (Accademia Nazionale di S. Cecilia, Rotary Club International, Sidney Sussex College dell'Università di Cambridge, RTI Mediaset, ecc. ecc.) e sue composizioni sono state eseguite in Italia, Francia, Inghilterra, Germania, Malta, Finlandia, Svizzera, Belgio, Ungheria, Spagna, Azerbaigian, USA, Ecuador, Colombia, Honduras, Costa Rica, Argentina, Brasile e Australia.

  Nel 2017 la casa discografica inglese Resonus Classics ha pubblicato il CD monografico Polyphonia in Excelsis: Sacred Music by Claudio Dall'Albero – diretto da David Skinner, accolto con entusiasmo da The Guardian e dalla critica internazionale.

  Svolge attività didattica e intensa produzione musicologica tramite saggi e conferenze.

  Ha effettuato trascrizioni in notazione moderna e curato prime esecuzioni assolute nei tempi moderni di moltissime composizioni inedite di vari autori. Nel 1998 ha pubblicato il volume "Celebri Arie Antiche: le piu' note arie del primo Barocco italiano trascritte e realizzate secondo lo stile dell'epoca".

  Dopo aver insegnato in vari Conservatori di Stato, dal 1985 è il docente dell'unica cattedra di Musica Corale e Direzione di Coro del Conservatorio di Musica "S. Cecilia" in Roma, succedendo al suo maestro mons. Domenico Bartolucci, direttore perpetuo della Cappella Sistina; nel 1989 ha vinto il concorso nazionale per la suddetta cattedra, della quale è diventato titolare di ruolo.


Altre note

  È appassionato di arabistica e della cultura musicale del Medio Oriente, anche in relazione al canto e all’aspetto fonetico della lingua araba. Nel 2017, in collaborazione con il violinista libanese Maher Victor Karam, ha scritto e pubblicato per le Edizioni Mediterranee il libro Ma che parlo arabo?!? 60 letture per imparare l’arabo o l’italiano all’interno del quale si trova anche il suo saggio Pronuncia dell’arabo e dizione nel canto lirico. Un approccio fonetico in comune.


Diventa sponsor

Opere

 
Diventa sponsor
 

Riparatore di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un ripratatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 3.81.26.35 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Saxit - Associazione Culturale

Via G. Marconi 51/c - 73020 Cavallino
Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy