autore

Columbro Carmelo


Note biografiche

Si è diplomato al Conservatorio di Musica "S. Pietro a Majella" di Napoli in Composizione, Musica Corale e Direzione di Coro, Direzione d'Orchestra, con i Maestri A. Di Martino e F. Caracciolo, ed in pianoforte con il M° F. Scalella, completando anche gli studi di Organo e Composizione organistica col M° G. D'Onofrio. Ha seguito inoltre i Corsi di Perfezionamento in Composizione all'Accademia Chigiana di Siena e all'Accademia di Santa Cecilia di Roma, sotto la guida del M° Franco Donatoni.
Musicista versatile, espleta un'intensa attività artistica sia in Italia che all'estero che lo impegna come Direttore d'Orchestra, Pianista, Organista e Clavicembalista e Compositore.
Numerose ed apprezzate dalla critica e dal pubblico le partecipazioni a Festivals e Rassegne di respiro internazionale avendo tenuto concerti anche in USA, Brasile, Marocco, Isole Canarie.
Già Direttore principale delle orchestre "Durante", "Nuovo Concerto Strumentale", "A.A.I.A.S. (Associazione Accademica Internazionale di Arte e Spettacolo), e del gruppo "Musica Insieme", ha diretto concerti per la "Gioventù Musicale Italiana", per le Rassegne "Estate al Castello", "Imagerie Musicali", "Incontro Tracciato Musicale", "Avanguardia e Ricerca musicale" per numerosi Teatri in tutta l’Italia.
È considerato tra i più rappresentativi compositori della Nuova Scuola Napoletana e sue composizioni sono state eseguite con successo in numerosi Festivals della Nuova Musica e per la RAI; tra queste si ricordano: "Appunti" "Egocentrismo" per Contrabbasso; "Assolvenze" per Flauto; "Introspezioni" per trio; "Rime" per quartetto d'archi; "Ombre", "Requiem per Mino" per voce e percussioni; "Assenze", "Il quaderno di Raffaello", una serie di "Invenzioni" per pianoforte, "Movimenti" per quattro strumenti; una serie di Vocalizzi per voce e pianoforte, "Il respiro delle cose", "La parola che manca" per attore e pianoforte; "Acedia", per quartetto di sassofoni, commissionato dal "Festival Mondiale del Sassofono" di Pesaro; "Ablazione" per tre strumenti, "Tre miniature" per quattro flauti, "L'uomo della cometa" opera lirica in due atti; "Io non vorrei crepare" per voce e sette strumenti, (che ha tra l'altro inaugurato il restauro della Congrega di Santa Maria Addolorata dei Musici a Napoli nell'ambito delle manifestazioni del Maggio dei Monumenti); Le memorie di Isidoro", per sassofono e pianoforte, commissionato da "XI Congreso Mundial de Saxofon" di Valencia.
Suoi brani sono stati eseguiti nella rassegna "Memorie Future" in occasione della riapertura, dopo il restauro, del sito Borbonico di San Leucio (1998); sue composizioni sono pubblicate dalle Case Editrici Artemide, Berben e Curci.
Ha realizzato per la "LIRICON" anche tre CD di sue composizioni "Elaborazioni sinfoniche di musiche da Film vol. I, vol. II e "Musiche di scena".
Si dedica inoltre alla composizione di musiche di scena per lavori teatrali, radiofonici, televisivi e cinematografici; per il teatro ha realizzato: "Vi servo io" (1983), "La Perla Reale" (1983), "Sposalizio" (1985), "La taverna de lo cunto" (1988), "La buonanima di…" (1989), "Peneroticus" (1992), "Cantata Napoletana" (1992), "Caviale e Lenticchie" (1996), "Lirico Napoletano" (1997), "Io speriamo che me la cavo" (1998), "Lu cunto de li canti" (1999), tutti spettacoli a diffusione nazionale.
Per la RAI ha composto numerose musiche.
Per il Teatro San Carlo ha realizzato e diretto gli spettacoli "IN Canti del Mediterraneo","Omaggio a Salvatore Di Giacomo", "Antiche Arie della terra di Napoli".
Nel campo della musica napoletana classica ha curato le elaborazioni musicali del Recital del soprano Katia Ricciarelli "Una voce una notte" con l'orchestra "A. Scarlatti".
Si è dedicato inoltre a ricerche nel campo della Musica popolare curando, fra l'altro, le elaborazioni musicali della "Nuova Compagnia di Canto Popolare" sia per i Recitals internazionali, che per tre fortunati lavori discografici editi dalla EMI ("Storie di Fantanasia", "Aggio girato lo munno", "Luce Lucente") e i brani del CD del cantautore Edoardo Bennato con i "Solis String Quartet".
È stato Direttore Artistico delle rassegne "Proposta musicale (Teatro Sancarluccio, Napoli 1979); "Avanguardia e ricerca musicale a Napoli negli anni '70" (Estate a Napoli 1981); "Incontri Nazionali della Nuova Musica" (Estate a Napoli 1982); "Concerti in Santa Maria a Gradillo" (Ravello 1984); "Incontri con la Musica Contemporanea"III, IV, V e VI edizione (Ravello, 1992, 1993, 1994, 1995); "Meeting Flute" (Caserta, XXV edizione "Settembre al Borgo").
Vincitore del Concorso nazionale bandito dal Teatro San Carlo di Napoli per "Pianoforte, Organo, clavicembalo e strumenti a tastiera in orchestra" nel 1976, e di quello per il ruolo di "Altro Maestro del Coro" ha ricoperto tale carica dal 1978 al 1984, e dal 1999 al maggio 2004, successivamente ha ricoperto l'incarico di Maestro del Coro. In questa veste ha tra l'altro partecipato ad importanti Tournée, quali: Teatro di Epidauro (Grecia) con le rappresentazioni di "Oedipus Rex" e "Persephone" di Strawinskj, con le voci recitanti di Gerard Depardieu ed Isabella Rossellini; a Tokyo e Kyoto con la rappresentazione delle opere "Luisa Miller" e "Trovatore" di Verdi. Per queste ultime manifestazioni il Coro del Teatro San Carlo è stato insignito del Premio quale migliore Coro straniero ospitato in Giappone. A Pisa, per la Rassegna "Anima Mundi" con l'esecuzione delle "Cantate per la traslazione del sangue di San Gennaro" di Paisiello, per doppio coro e orchestra e di Cimarosa, per doppio coro e due orchestre, elaborate dal M° Roberto De Simone, il Teatro ha ricevuto il Premio Abbiati. Ha collaborato con importanti Direttori d'orchestra quali: Molinari Pradelli, Previtali, Ceccato, Gavazzeni, Pesko, Franci, Patanè, Boninge, Santi, Jurosky, Kovatchev, Oren, Semkov, Maazel, Ferro, Bertini, Tate, Abel, David, Albrecht, Rostropovich, etc., e con Registi quali:Ronconi, Puecher, Maestrini, De Simone, Enriquez, Lavia, Ranieri, Patanè, Scaparro, Magliulo, Maselli, Servillo, Martone, Corsicato, Zeffirelli, Pizzi.
È stato componente delle giurie di svariati concorsi. È stato invitato a tenere seminari sulle sue composizioni presso l'Università "Federico II" di Napoli e l'Università di Salerno. Per l'Università "La Sapienza" di Roma ha realizzato e diretto uno spettacolo con la "Compagnia Nazionale dell'Opera Buffa". Nel 1985 ha tenuto il corso di Esercitazioni e Pratica orchestrali al Castello "Pignatelli della Leonessa" nella X edizione dei "Corsi di Perfezionamento Musicale", e nel 1989 è stato docente dei corsi orchestrali al "Centro Internazionale di Avviamento al Teatro Lirico" di Lauro. Docente nei Conservatori di Musica dal 1974, è di ruolo ordinario dal 1978; nell'a. a. 1985/86 assume l'incarico di Direttore del Conservatorio "A. Corelli" di Messina; dall'a. a. 1986/87, fino al 2005, è stato Direttore del Conservatorio "Gesualdo da Venosa" di Potenza, e dal 2005, a tutt'oggi, è direttore del Conservatorio "D. Cimarosa " di Avellino.

 


Diventa sponsor

Opere

Acedia Q - 1992

Le memorie di Isidoro Sx Pf - 1997


 
Diventa sponsor
 

Riparatore di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un ripratatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 3.228.10.17 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Saxit - Associazione Culturale

Via G. Marconi 51/c - 73020 Cavallino
Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy