autore

Cara Alberto


Note biografiche

Conseguita la Maturità Classica, si diploma in pianoforte, in composizione e si laurea in lettere. Suoi maestri sono stati, per il pianoforte, Eugenio Tani, Riccardo Risaliti, Boris Petrushankij; Federico Biscione, Alessandro Cusatelli, Marco Tutino, Luis Bacalov, per la Composizione.
Attivo come compositore e arrangiatore, nel 2003 scrive, per la LVII stagione dell’ente musicale Società aquilana dei concerti B. Barattelli, Poi che spiegat'ho l'ali, per soprano e sette strumenti, su testo del poeta napoletano Luigi Tansillo. Nel 2006 vince il concorso di composizione Mozart oggi, bandito dall'associazione culturale Sconfinarte, con Fabula, per orchestra. Nel 2007, su invito del M° Marco Tutino, scrive Il colore di Cenerentola, fiaba metropolitana in quattro scene. L'opera, coprodotta dal Teatro Regio di Torino e dal Teatro Comunale di Bologna, viene messa in scena nella stagione 2007-2008 al Piccolo Regio Laboratorio e nella rassegna L'altro Comunale. Nel 2008 scrive L'uomo esagitato, opera per ragazzi, che viene segnalata al I Concorso internazionale OperaJ, bandito da As.Li.Co. - Teatro Sociale di Como, su libretto proprio tratto dalle strisce a fumetti di Stefano Misesti. Nel 2009 Gli occhi colore del vino, melologo per voce recitante e sette strumenti liberamente tratto dal Libro X dell'Odissea, viene eseguito dall'Ensemble de I Pomeriggi Musicali di Milano all’interno della stagione de I Piccoli Pomeriggi. Nello stesso anno, il clarinettista Guido Arbonelli porta al Festival Brinkhall Summer Concerts di Turku (Finlandia) Three Ritual Dances of Plastic Street Bananas, per Clarinetto Basso, mentre Noche, per tromba e pianoforte, viene eseguito nella II rassegna di musica contemporanea Rebus – Occhio al nuovo, presso il Teatro Dal Verme, Milano. Nel 2010 Dell'orizzonte limpido, per orchestra da camera, è eseguito al Centro Asteria di Milano dall'orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano. Nello stesso anno, in dicembre, viene eseguito presso la chiesa di S. Stefano (Sesto S. Giovanni) Cinque icone per il tempo di Natale, per due trombe in eco e organo. Del 2011 è invece l’esecuzione, presso il Teatro Astrolabio, di Piccole contraddizioni, per clarinetto, violoncello, pianoforte, scritto su invito del Trio ebano.

Dal 2010 ha lavorato per As.Li.Co. - Teatro Sociale di Como ri-orchestrando e riadattando la drammaturgia di opere di repertorio alle esigenze del teatro per ragazzi (secondo la collaudata formula di Opera domani): nel 2009 ha adattato Hänsel und Gretel di Englebert Humperdinck per Opera domani e, l’anno successivo, Don Giovanni di Mozart per Opera pocket; nel 2011 è andata in scena la sua riduzione di Nabucco per Opera domani. (Coproduzione Teatro Sociale di Como/Teatro Regio di Torino). Sempre su incarico di As.Li.Co. ha ricoperto il ruolo di Responsabile Musicale per il progetto Let's make a musical (2010) finanziato dalla Gibson Foundation. Il 14 marzo 2013 la sua Sinfonia dell'aria, sinfonia concertante per viola e contrabbasso solisti, orchestra di fiati e percussioni, commissionatagli dalla Fondazione I Pomeriggi Musicali di Milano, è stata eseguita in prima assoluta per la 68ª stagione dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, mentre, per la stagione estiva dell’orchestra, il suo Concertino per tromba e orchestra. Per conto di Casa musicale Sonzogno, ha recentemente curato la revisione di Maria di Venosa, dramma musicale per orchestra, solisti e coro di Francesco D'Avalos, in scena nell'estate 2013 al Festival della Valle d'Itria di Martina Franca. In scena nel 2014 una versione per orchestra ridotta e tagli dell'Aida, su commissione di As.Li.Co – Teatro Sociale di Como, e la composizione di Letters from nowhere, per due vibrafoni, due marimbe e voci pre-registrate, commissionatagli dal Soncino Percussion Ensemble. Collabora abitualmente con l'Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali in qualità di arrangiatore/orchestratore di brani classici e pop. Le sue composizioni sono edite da Casa musicale Sonzogno e Edizioni sconfinarte.

È stato invitato da Daniel Schnyder e Kristian Järvi a partecipare al workshop estivo per compositori in residenza della Baltic Youth Philharmonic, presso la sede della Danish Radio Symphony Orchestra (Copenhagen) e, dal 2009, si occupa di musica applicata alle immagini, approfondendo l'argomento seguendo il corso tenuto nello stesso anno da Luis Bacalov presso l'Accademia chigiana di Siena e il laboratorio di musica per il cinema tenuto nel 2011 da Franco Piersanti presso l'Accademia filarmonica romana.


Altre note

Estraneo agli enigmi intellettualistici dell'avanguardia dice: «L'avanguardia pura e semplice non mi appartiene, perché non è il mio habitat naturale, preferisco scrivere una musica che abbia una forte componente espressiva e comunicativa». Non a caso fra le sue passioni, oltre a Debussy, Sostakovich e al maestro del postminimalismo americano John Adams, figura la musica brasiliana di Caetano Veloso e Chico Buarque, insieme al jazz di Evans e John Coltrane.


Diventa sponsor

Opere

Funghi avvelenati S Pf - 2014

Il colore di Cenerentola Voci Cl/Sx Perc V Vc Pf - 2007


 
Diventa sponsor
 

Riparatore di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un ripratatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 54.237.183.249 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Saxit - Associazione Culturale

Via G. Marconi 51/c - 73020 Cavallino
Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy