autore

Barazzoni Beatrice


Note biografiche

Si diploma al Conservatorio G. Verdi di Milano, in pianoforte con V. Balzani e in composizione nella classe di A. Solbiati; nel 2006
consegue la laurea di II livello in composizione. Parallelamente si laurea in Lettere moderne presso l'Università degli Studi di Milano con F. Degrada e consegue il dottorato di ricerca in Storia e Critica dei Beni musicali presso l’Università di Padova. Si perfeziona in
pianoforte con A. Weissenberg all’Accademia Chigiana di Siena; partecipa a masterclass di composizione con T. Wielecki all’I.M.D. di
Darmstadt e con I. Fedele a Roma, vincitrice della selezione per studenti dei conservatori bandita da Nuova Consonanza; nel 2011 è
ammessa a partecipare allo stage d’été di composizione con l’elettronica all’I.R.C.A.M. di Parigi. Dal 1994 al ‘96 collabora con
l’associazione concertistica I Pomeriggi Musicali di Milano; nel 1997 il D.A.A.D. le assegna una borsa per compiere un semestre di studi
all’Università di Heidelberg-Germania; nel 2001 partecipa alle “Giornate della Musica del XXI secolo” di Balatonföldvar, dedicate a G.
Kurtág.
Ha vinto il 1° premio nei concorsi internazionali di composizione Italian Music Festival di Alice Bel Colle (Al, 2003), Musici Mojanesi
di Treviso (2007), Carl von Ossietzky di Oldenburg-Germania (2010), Chamber Music Composition Contest di Seinäjoki- Finlandia (2011) e al concorso corale Filarmonica di Praga (2012); il 2° premio al concorso I.V.M.E. Belgio/Fiandre di Anversa-Belgio (2011) e al concorso per voce e orchestra Alvarez Chamber Orchestra di Londra (2011); il 3° premio al concorso di Siegburg-Germania (2012) e al concorso nazionale Terzo Musica Valle Bormida di Acqui T. (Al, 2012); un diploma di merito al concorso internazionale P. Jurgenson di Mosca (2001).
Sue composizioni sono eseguite in festival e stagioni internazionali: Cremona (Festival SpazioNovecento), Milano (Conservatorio G. Verdi, Accademia Internazionale della Musica, rassegna Lampi), Bologna (rassegna A. Gigli), Castelfranco V. (Conservatorio A. Steffani), Piacenza (Teatro S. Matteo), Como (Conservatorio G. Verdi), Rovigo (Conservatorio A. Venezze), Treviso (Festival Finestre sul Novecento), Klagenfurt-Austria (Konservatorium), Düsseldorf-Germania (Tonhalle), Brema (Hanseatischer Musikpreis), Oldenburg (Carl von Ossietzky Universität), Amburgo (Hochschule für Musik und Theater), Bacau-Romania (Sala Ateneu), York-Gran Bretagna (Sir Jack Lyons Concert Hall), Mosca (Conservatorio P.I. Tchaikovsky), Seinäjoki-Finlandia (Festival di musica da camera in omaggio a A. Melleri), Évora-Portogallo (II Encontro Internacional para Música de Câmara), La Valletta (Manoel Theatre), Madrid (VI, VII e X Festival internacional de música contemporánea de Tres Cantos), Anversa-Belgio (Royal Conservatoire), Barcelona (festival Zeppelin), Cullera-Spagna (Conservatorio Profesional, 4th Nexe Duet International Percussion Academy), Città del Messico (Forum de Música Nueva Manuel Enríquez), New York (Composer Voice Concert Series) e Bloomington (Illinois Wesleyan University).
Suoi lavori sono trasmessi da Radio Popolare, dall’ungherese Magyar Radio, dall’austriaca ÖRT1 e dalla finlandese YLE1 e alcuni sono
pubblicati da Ars Publica.
Tra i gruppi strumentali con cui collabora si annoverano l’orchestra sinfonica M. Jora, la City Chamber Orchestra di Seinäjoki, gli
ensembles Studio New Music, Kreativ, Intermoduláció, Arsenale, il quintetto di fiati West Point Quintet e il quartetto di sax Accademia.
Nel 2004 si accosta alla poesia sonora e visiva di Paolo Albani per la produzione di spettacoli di musica-poesia. Nel 2006 partecipa al
Festival “Hommage a Bartók” di Budapest, rassegna di musiche nuove indetta in occasione dell’anniversario del compositore. Nel 2007 un suo lavoro è selezionato per il progetto “Labyrinthmaker platform” dell’ensemble Pierrot Lunaire di Vienna e viene eseguito durante una tournée negli U.S.A., in Brasile e in cinque paesi europei. Nel 2008 il trio belga Thelema le commissiona una composizione, che viene eseguita nell’architettura del Logos Tetrahedron di Gent.
Ha scritto saggi e una monografia sulla musica barocca e su quella contemporanea, occupandosi in particolare di analisi musicale. Nel 2010 è compositore-ospite presso il Festival Expan di Spittal a.d. Drau- Austria. Dal 2003 insegna nei conservatori italiani (docente di composizione presso i conservatori di Cagliari, Udine, Sassari e Matera). Nel 2010 è stata titolare di contratto per l’insegnamento di Armonia e Analisi musicale presso la facoltà di Musicologia dell’Università di Cremona.


Diventa sponsor

Opere

Faber Q - 2010

L'astro della palude 2Cl Sx Pf & Ens - 2006

L'astro della palude I Cl B Pf - 2004

La foresta proibita Ens+ S A T - 2003

Verso l'ignoto Ens+ ATTENZIONE!!! - 1999


 
Diventa sponsor
 

Riparatore di zona

Nella tua zona non abbiamo trovato un ripratatore. Per segnalare un riparatore premi qui

Rilevamento: 18.204.55.168 - dal tuo indirizzo internet - Utilizza posizione esatta

Saxit - Associazione Culturale

Via G. Marconi 51/c - 73020 Cavallino
Cell: +39 328 32 97 563
Email: info@ilsaxofonoitaliano.it

Informativa Privacy - Cookie Policy